“IL GABINETTO DEL DOTTOR CALIGARI” DI ROBERT WIENE

Avete amato “Nightmare before Christmas”?
Sicuramente il suo creatore Tim Burton avrà adorato e si sarà ispirato a“Il Gabinetto del Dottor Caligari”, capolavoro assoluto del cinema muto horror (1920), considerato a buon diritto “il manifesto dell’Espressionismo tedesco”.

In Germania, uscita sconfitta dalla Prima guerra mondiale, gli esponenti del movimento,  in opposizione alle vecchie costruzioni sociali che avevano portato l’Europa al disastro, si cimentavano in arti e discipline plurime, come pittura, fotografia, teatro, musica, letteratura. E questo film di Robert Wiene, così come Friedrich Murnau con “Nosferatu” o Fritz Lang con “Metropolis”, lo testimonia appieno.
Non svelandone la trama, bellissima, merita una nota la realizzazione della scenografia, che in origine doveva essere affidata ad Alfred Kubin, e che ci presenta linee e prospettive sghembe, a zig-zag, oggetti e arredi distorti come in un cartone animato, che faranno la gioia del design moderno ( e di Tim Burton).
Lo scopo era sostituire la percezione del reale con visioni oniriche, fondamentali nella struttura del racconto. Trucco e recitazione, musica e didascalie, dopo 100 anni, lo avvolgono in un alone fantastico ancora oggi.
Purtroppo all’epoca, tra gli ultimi istanti della Repubblica di Weimar e le prime avvisaglie del Nazionalsocialismo, per non irritare, per la non velata denuncia delle loro pochezze,  le élite al potere, i produttori del film furono costretti a modificarne il finale, lasciando lo spettatore nel dubbio che tutta la storia narrata dal protagonista fosse solo il delirio di un folle.
Ma anche così…un’opera assolutamente meravigliosa.

Zain Benjamin Saldin

FILM “Il Gabinetto del Dottor Caligari” di Robert Wiene
Cineteca di Bologna
PREZZO € 19,90